Carta di adesione del SEL (Système Exhange Local)

Lione (Francia)

 

(riportiamo questa Carta perché tocca in maniera sistemica gli argomenti regolamentari delle banche del tempo)

 

Ogni aderente accetta che i suoi dati siano comunicati agli altri al fine di permettere gli scambi. Ciascuno s'impegna a non comunicare i dati degli altri aderenti a persone estranee al SEL.

L'ammontare di ogni transazione risulta da un'intesa tra i due aderenti interessati. L'Assemblea generale propone che gli scambi di servizio si facciano sulla base di 50 unità per ora, quale che sia l'atto compiuto.

Ogni aderente deve assicurarsi prima di uno scambio che le assicurazioni dei due protagonisti dello scambio coprano i rischi che si sono legati, specialmente per i lavori che mettono a gioco la sicurezza degli altri.

Non c'è alcuna penale quando il conto passa in negativo: anzi, è necessario che alcuni abbiano il conto in negativo perché il sistema funzioni bene.

In caso di superamento del limite di credito o di debito autorizzato, il Consiglio di amministrazione chiede spiegazioni all'aderente e lo esorta a riportare il suo conto nei limiti autorizzati.

Ogni aderente s'impegna a riportare il suo conto a zero prima di lasciare il SEL.

Ogni aderente accetta che il saldo e i movimenti del suo conto siano pubblicati regolarmente e comunicati a ogni aderente che potrebbe chiederlo, al fine di facilitare la fiducia reciproca. L'elenco particolareggiato di ogni transazione è confidenziale e l'accesso è riservato alle persone che effettuano la gestione dei conti.

Le decisioni ordinarie o urgenti sono prese dal Consiglio di amministrazione, ma ogni decisione può essere contestata da qualsiasi altro aderente al momento della riunione successiva. Essa è allora ridiscussa e può dar luogo a una votazione. Inoltre le riunioni del Consiglio di amministrazione sono aperte agli aderenti. Le decisioni essenziali sono prese nell'Assemblea generale. In tutte le istanze le decisioni sono prese all'unanimità a maggioranza dei voti se l'unanimità non è possibile.

Gli aderenti sono individualmente responsabili della denuncia dei loro scambi alle autorità sociali e fiscali, se vi è obbligo.

Il Consiglio di amministrazione può rifiutare di pubblicare una proposta di transazione o di registrare una transazione effettuata, se queste sono in contraddizione con lo spirito del SEL o con la legislazione francese. Questa decisione è rimessa all'Assemblea generale successiva.

L'esclusione di un aderente che ha comportamento in contrasto con il buon funzionamento del SEL è di competenza dell'Assemblea generale.

Il Consiglio di amministrazione ha la possibilità di rifiutare l'ammissione di una persona.

Ogni aderente accetta le condizioni della presente Carta.